Leadership 4.0
4 Marzo 2019
Le «Considerazioni generali» del 52° Rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese/2018
4 Marzo 2019

Pillola dell’esperto #15 – RIEPILOGO DEI TRE LIVELLI DI PERFORMANCE E CONFRONTO

Le analisi di performance dei processi aziendali nello ZPS™ avvengono attraverso il confronto di misure di tre differenti livelli:
• actual è il livello di performance corrente;
• standard è il livello di performance che possiamo raggiungere disponendo delle attuali condizioni organizzative e tecnologiche;
• optimum è il livello ottimale di performance, il migliore, non più perfettibile, raggiungibile esclusivamente cambiando le attuali condizioni organizzative e/o tecnologiche.
Lo standard. Nella fissazione dello standard ci deve essere sempre un lato empirico: si studia e poi però si industrializza e quindi si riconosce la fattibilità o meno di un livello produttivo, sempre rientrando nella logica secondo cui non ci si ferma a ciò che viene suggerito in fase di progettazione. Questo processo di fissazione, ricordiamolo, è iterativo, non si ferma mai, si cerca sempre un nuovo standard.
L’optimum. È la produzione ideale, quella che possiamo raggiungere solamente apportando interventi a livello organizzativo oppure tecnologico, o ad entrambi. Se per l’actual c’è divergenza tra teoria e pratica, l’optimum è un’informazione data, certa, da non rilevare.
Con i livelli actual, standard e optimum alla mano, si possono eseguire una serie di confronti. Di seguito abbiamo una rappresentazione.





Autore:
Danilo De Santis


8465d621c69bfdd03d2b4ed1fac19eef

Danilo De Santis


Richiedi Informazioni



Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Tempo di lettura: 1 minuto