Tempi di incasso: le aziende italiane migliori delle cinesi
11 Giugno 2018
Il potere delle domande
28 Giugno 2018

Quando licenziare danneggia l’azienda

"Oggi la riduzione del numero dei dipendenti è diventata la soluzione standard con cui le aziende rispondono al progresso tecnologico e alla competizione globale. Ma la ricerca mostra come raramente i tagli al personale aiutino i leader a raggiungere i loro obiettivi. Troppo spesso questi tagli vengono effettuati con la speranza di riscontrare a breve termine, un risultato ottimale, ma poi succede che il risparmio sui costi è oscurato dalla cattiva pubblicità, dall’emorragia di conoscenze, da un indebolimento dell’engagement, da un turnover volontario più alto: tutte cose che a lungo termine danneggiano i profitti." Un articolo pubblicato su Harward Business Review suggerisce di gestire meglio il bisogno di forza lavoro che può variare nel tempo, di fare un uso contenuto delle riduzioni di personale e anzi accertarsi, in caso esse siano necessarie, che siano percepite come eque e offrano garanzie per le persone coinvolte. Infine, come avvenuto in aziende come Michelin e Nokia, “un’attenta pianificazione aiuta le organizzazioni ad affrontare le transizioni relative alla forza lavoro e a convivere con le trasformazioni del panorama economico in modo di gran lunga migliore di quanto non possa fare una politica basata sui licenziamenti”.

Fonte:
SANDRA J. SUCHER E SHALENE GUPTA, Harward Business Review ITALIA

 

Richiedi Informazioni



Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Tempo di lettura: 1 minuto