Pillola dell’esperto #13 – Performance standard di produzione
19 Dicembre 2018
Leadership 4.0
4 Marzo 2019

Pillola dell’esperto #14 – IL CALCOLO DEI COSTI NELLO ZPS

Nella filosofia ZPS™, tutto ciò che riguarda la fabbrica (efficienze ed inefficienze, perdite e sprechi) deve avere un suo riferimento diretto sul conto economico. Contabilità industriale e generale, in altre parole, sono sempre riconciliate.
Nello ZPS™ è fondamentale valorizzare l’input e l’output, e si pone particolare attenzione alla metodologia di abbattimento dei costi sull’output. Per questo motivo, si utilizza uno schema molto semplice, utilizzato da tutti i piccoli imprenditori italiani, secondo cui in azienda si hanno costi:
• specifici del prodotto
• specifici di alcuni prodotti
• generali di fabbrica
• generali d’azienda ovvero overhead
Il problema vero di questo sistema di classificazione è che, nella realtà, arrivare ad una stima effettiva e veritiera di alcuni costi è attività costosa in sé, per cui si deve necessariamente scendere a compromessi, in funzione certamente della propria cultura aziendale.
Ai fini di calcolo esistono e ci si avvale di driver, cui affidarci per la ripartizione del costo sul singolo prodotto, su alcuni prodotti, sulla fabbrica o tra gli overhead. Ciò equivale a dire che mentre la misurazione è un dato certo, il driver è un compromesso, di cui dobbiamo tener conto nei ragionamenti successivi. Stiamo parlando di due dati diversi, due calcoli diversi, con un livello di precisione diverso.
Con queste tecniche di abbattimento dei costi siamo in grado di misurare gli output e di giungere fino al prodotto finito costificando, appunto, le varie attività implementate nel processo di trasformazione dell’input in output.


Autore:
Danilo De Santis


8465d621c69bfdd03d2b4ed1fac19eef

Danilo De Santis


 
 

Richiedi Informazioni



Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Tempo di lettura: 1 minuto